Muri diVersi

3 360 gradi

3ª edizione
360° – via Tortona 12 (MM Porta Genova), Milano – Dal 15 al 30 Ottobre 2003

GUIDA ALLA MOSTRA di Barbara Roveda e Nicolò Minerbi

Muri che parlano, raccontano di storie altrui, ma che diventano anche la base ideale su cui tracciare storie, pensieri e riflessioni proprie. Sono così i muri di Anna La Stella: graffiti rubati alla città, facciate segnate dal tempo e dall’uomo, intonaci scrostati, fotografati e poi trasformati in “fogli virtuali” su cui imprimere nuove parole e nuove immagini. Una ricerca mai terminata, che ha già dato vita alla mostra Muri diVersi all’inizio del 2003 e che prosegue oggi con una nuova edizione.
Affascinata prima dai graffiti come espressione dell’arte di strada, Anna La Stella ha nel tempo esteso la sua ricerca a tutti i segni del muro, dai colori alle crepe, ai particolari. “I muri”, dice l’artista, “hanno una grande forza simbolica, rappresentano il tempo, la barriera ma anche la curiosità, perché invitano a essere superati per vedere cosa c’è oltre. E pian piano sono diventati la tela essenziale dei miei lavori: una sorta di spugna che nel suo gioco assorbe, stravolge, regala al soggetto nuova vita”.
Note biografiche
Milanese, 47 anni, laureata in inglese con una tesi sul cinema americano, Anna La Stella fotografa dal ‘72 e scrive versi dal 1988. Dal 1994 ha iniziato la raccolta di fotografie di muri, scattate a Milano e in altre città italiane ed europee.
La prima mostra personale Muri diVersi si è tenuta al Cinema Anteo di Milano nel febbraio del 2003. Nel giugno del 2003 ha partecipato alla rassegna Voci di Donne, organizzata dalla Provincia di Savona a Colletta di Castelbianco.