Muri diVersi

1 anteo

Cinema Anteo – via Milazzo 9, Milano – Dal 3 febbraio al 2 aprile 2003

GUIDA ALLA MOSTRA di Antonella Colicchia
Una donna racconta la sua città, Milano, e l’esperienza di vivere in questa e altre metropoli europee (Mosca, Berlino, Londra, San Pietroburgo). E lo fa come nessuno aveva osato finora, attraverso fotografie di diversi formati corredate da graffiti metropolitani e da una scelta dei suoi versi migliori, che si possono guardare e leggere dal 3 febbraio al 2 aprile al cinema Anteo di via Milazzo 9, a Milano. Titolo della mostra: Muri diVersi.
Sul primo pannello una guida alla lettura di Tiziana Villani che dedica alla prima fotopoetessa italiana, la copertina della sua rivista Millepiani, maggio 2003.
Milanese, 47 anni, laureata in inglese con una tesi sul cinema americano, giornalista di Airone, Anna la Stella inizia a fotografare nel 1972 con l’amico Marco Ferragni, soprattutto ritratti in bianco e nero. Nel 1994 sposta l’interesse sul paesaggio urbano e, in particolare, sui graffiti, una forma d’espressione a metà tra pittura e scrittura che ha come presupposto i muri cittadini e che sente molto vicina.
Le prime poesie risalgono invece al 1988-1989. Come rivelano le parole di Muri diVersi raccontano di sé, di amici, di amori, di emozioni e soprattutto del tempo che passa, che corre, che ci ossessiona. Photoshop ha fatto il resto. Da vera autodidatta La Stella si è impossessata del mezzo. Cuore e tecnica oggi fanno rima.